Davide Rocco Colacrai

  LE VARIAZIONI IMPERFETTE DI UN UOMO La grande solitudine di questo cielo mi risucchia in sé i pensieri accovacciati accanto al cuore scrostato il ventre trasformato in un filo di lenzuola la fuliggine dei miei sogni sulle mani fragile, la bocca, come mollica il silenzio della neve l’attesa dell’ultima sillaba la frantumazione di ogni ipotesi in polvere labile, nella gola, un canto di preghiera l’arsura dell’inganno l’orma cattiva del distacco lo stagnare di questa vita ed io, che non sarò mai padre, a fissare un punto lontano senza...
  • 31 agosto, 2021
  • 0 Comentarios
Leer más
Categorías