slammer

TAMBURI DI SETTEMBRE Sento il richiamo delle membra di famiglia o meglio ciò che resta ossa sublimate in cenere è una tenaglia in cui la carne viva s’incaglia come un’alga slancio d’animo arenato ricordo che porto! getta l’ancora perché tanto è abisso manco profondo / è mare mio e tuo è mare nero e lutto sporco di benzina e piombo sul fondo e da lì ti parlo come a un sordo come un sordo. Io ti vedo sì; ma vedo che sei dimentico abbandonato sepolto sotto un cielo spoglio...
  • julio 27, 2020
  • 0 Comentarios
Leer más
Categorías