UNA PAROLA NEL MONDO

La freccia che fende a comando sono io. La freccia che si tende a morte all’occorrenza. Lei va senza domanda e senza pena per nessuno. Lei va solo al presente singolare indicativo. Mentre tutto il mondo fa il bilancio delle vite e registra i disgraziati smembramenti collettivi, lei prosegue dritta e con un asso nella manica: percorre linee scelte da un’intelligenza votata al male. Quando voglio perdonarmi e non riesco mi metto sulla strada verso il bosco. Spero nel timore di una foglia nell’abbraccio che riceverò da un albero....
  • enero 20, 2021
  • 0 Comentarios
Leer más
Categorías